Cosmoprof 2016: tendenze e racconto di una giornata in fiera a Bologna

Cosmoprof 2016 e come mancare? Impossibile non passare almeno una giornata intera alla manifestazione più importante in Italia per la cosmesi e l’estetica.
Allora ecco il mio racconto, dalle tendenze di quest’anno, fino alle mie sensazioni e agli incontri fatti durante la mia giornata in fiera, sabato 19 marzo.

cosmoprof biglietto

 

Con il mio pass da Blogger mi sono preparata al viaggio con una bella tazza di thè e poi via verso Bologna in treno da Milano.
Giornata impegnativa ma ricca di novità da raccontare e trend in costante crescita.
La giornata parte a Cosmoprof visitando il padiglione che include la Extraordinary Gallery. Da qualche anno Cosmoprof rende omaggio e dà spazio a realtà interessanti della cosmesi di lusso, che vengono scelte in modo meritorio.
Si tratta forse dell’area che più mi attira, perché include tendenze della cosmesi di altissima qualità che arrivano da tutto il mondo. Quindi permette di avere una finestra chiara su quello che accade da parte di piccoli o medi produttori, spesso indipendenti e spesso semplicemente perfetti in termini di qualità, packaging e filosofia.

Tra le novità più interessanti sicuramente Poesia21 mi è piaciuta tantissimo. Una piccola casa cosmetica fiorentina, partita dalla grande idea di un’illustratrice che ha creato una linea di cosmesi viso e corpo bio, certificata e ricca di spunti a livello di packaging e soluzioni. Ne parlerò presto!
Continuano le conferme di Ayres, marchio argentino di cui ho già parlato lo scorso anno, Human+Kind, la presenza degli inglesi di Cowshed, altro marchio davvero da non perdere e trascurare, Eau d’Altitude ispirata alle acque e alle rocce dolomitiche e a Kama, realtà indiana della cosmesi ayuverdica che mi ha stupita per qualità ed eleganza.

Proprio nella Gallery ho trovato subito una fortissima tendenza dell’anno a Cosmoprof 2016: la moda degli hipster sembra in crescita in Italia, nonostante si diano ormai per “superati” altrove. L’uomo con barba e baffi lunghi nonché molto curati sembra continuare nel suo trend. E quindi sono nati come funghi i prodotti per prendersi cura della barba. A partire dalla linea di Hipsteria, marchio italiano che produce prodotti specificatamente pensati per barbe e baffi. Ultima novità: un prodotto per creare il countouring della barba. Se noi ragazze abbiamo il make up, l’uomo può giocare con un prodotto che scurisce la barba in un’ottica di chiaroscuri sul viso. Non si tratta di una tinta, ma di un prodotto che aiuta la barba a ritrovare una sfumatura che fa bene all’incarnato. Interessante!

In ogni caso a Cosmoprof 2016 è stato un fiorire di stand e angolini dedicati alla cura del viso dell’uomo, con improvvisati angoli di barber’s shop e show di barbieri noti e molto molto provetti!

 

Dalla Extraordinary Gallery mi sono poi mossa verso l’area più professionale di Cosmoprof 2016, quella tipicamente dedicata ai marchi di cosmesi professionale e ho dato un’occhiata alle novità di Bioline Jatò e [comfort zone]
Entrambi marchi notissimi e amatissimi del Made in Italy, entrambi di grandissima qualità e dedizione.
Il primo, Bioline, marchio trentino di tradizione familiare e soprattutto dedicato alla formazione del personale dei centri estetici, nonché a un’approfondita ricerca sul prodotto, dedica a Cosmoprof una linea che si divide in quattro: Vita+ Aqua+ Dolce+ e Pura+
Ne parlerò nello specifico molto presto ma finalmente una linea che soddisfa ogni esigenza di pelle sia in cabina sia a casa, con la possibilità di utilizzare i prodotti in abbinata e soddisfare ogni necessità della propria pelle.

 

[comfort zone] invece da sempre concentrato sulla sfera emozionale del trattamento e su un’immagine elegante, naturale e bio, arriva alla manifestazione bolognese con due linee nuove e rivisitate: la linea dei trattamenti Night e quella Solare.
Inoltre arrivo al loro stand mentre si svolge un bellissimo e rilassante massaggio al sale rosa. Vorrei essere la modella ma certamente sul lettino non farei la stessa figura della bellissima ragazza che si sta facendo massaggiare! Uffa!

 

Uno sguardo a Oriente è un altro modo per vivere stupendamente l’esperienza Cosmoprof 2016. La fiera di Bologna infatti presenta come sempre una maggioranza di presenze di aziende straniere del settore ed è sempre più forte la presenza di realtà orientali e mediorientali.
Tra le tendenze quella dei cosmetici “Halal”, ovvero i cosmetici ideali per il pubblico di donne musulmane, senza estratti animali (da maiale per esempio) e rispettosi dei criteri della religiose o delle filosofie islamiche. Adorati anche dal pubblico vegano peraltro!

E poi c’è l’Asia, che io amo particolarmente. E che a livello cosmetico non è da meno, anzi è spesso il continente che traina tendenze del futuro.
E quindi ecco un giro per scoprire i pennelli da trucco naturali che arrivano dal Giappone, Shaquda oppure le meravigliose linee e profumi di Kama Ayurveda dall’India, o ancora di Pattrena dalla Thailandia (che ricordi!!!) o ancora i saponi di Aleppo.
Un mondo di profumi e atmosfere impagabili che solo una giornata a Cosmoprof può offrire. Meglio di un viaggio attorno al mondo!

 

Finisco poi nel padiglione dedicato ai cosmetici naturali e al bio. Che sia veramente bio o solamente un’ispirazione non è dato sapere e spesso non è facile distingure tra veri progetti del tutto organici, dalle marche che invece si ispirano al biologico di fatto senza però farlo.
Non importa, almeno non dal mio punto di vista. Anche qui ovviamente è la tendenza a farla da padrone e il fatto che si tratti forse in assoluto del padiglione più pieno di gente – nonostante non si compri nulla e non ci siano sconti – dà qualche indicazione dell’interesse.

Per esempio vorrei passare più tempo allo stand di Biofficina Toscana ma è impossibile perché il piccolo spazio è assediato da un manipolo di blogger giovanissimi e fan di prima ora. Bravi davvero ad avere questo seguito!
Lo stesso dicasi per Weleda e Nashi Argan. Io me ne vado poi da Lavera, marchio tedesco di grandissima qualità che lancia un trattamento notte e una linea uomo molto interessante.

Passo poi da l’Erbolario, ormai storica realtà italiana della cosmesi naturale in erboristeria e finisco poi da Delidea, nuova realtà di Forlì da tenere d’occhio per il prossimo futuro. Faranno sicuramente bei passi avanti perché sono bravi, giovani e ci credono.

 

 

 

Finisco con un giro nel padiglione Cosmoprof 2016 dedicato ai capelli e visito le novità di Elgon e Davines. Anche qui due marchi da non perdere per il trend capelli. Elgon propone una linea che dedicata alla Cura del Capello in profondità. Non più solo hairstyle e anzi direi che quest’anno finalmente sia andata un po’ in soffitta la tendenza delle extension e delle acconciature estreme. Cosmoprof 2016 è all’insegna della naturalezza, dei colpi di phon leggeri e dei trattamenti specifici per la cura del capello. Questa cosa mi è piaciuta molto!

Davines invece offre al suo giocoso stand la possibilità di realizzare uno shampoo personalizzato scegliendone la profumazione. La linea novità è una linea completa dedicata alla piega e all’acconciatura, a partire dallo shampoo e arrivando a un magico pennello ricco di polvere che aiuta a mantenere la piega sul capello e che lo mantiene lucido e corposo. Stupenda!

Termino la mia giornata faticosa e bellissima nello padiglione 36, quello in cui vengono esposte le novità in fatto di unghie e nailcare.
Visito Faby in primis, una realtà italiana che presenta a Cosmoprof qualche novità di cui parlerò presto, OPI e infine CND.
Immancabili gli smalti per uomo. Prenderanno mai davvero piede? Mai dire mai!

Uscendo dalla fiera mi soffermo nell’enorme spazio dedicato a L’Oréal Professionel… Avrò presto novità per voi in questo ambito! Ma non dico ancora nulla…
Comunque lo spazio dedicato a NYX Cosmetics è notevole e le ragazzine lo adorano. La dice molto sui trend della cosmesi attuale!
Resta invece molto forte lo spazio per i prodotti capelli, per Essie e per Décleor, uno dei marchi professionali più amati per l’Oréal.

 

Si conclude così la mia giornata a Cosmoprof 2016
Salutando la fiera di Bologna, con la stanchezza di un giorno di camminate e visite, ma con la felicità di aver conosciuto realtà nuove e aver visitato realtà che sono conferme vere della bellezza di questo settore. Ho conosciuto professionisti ispirati e felici delle proprie idee, competenti e ricchi di iniziativa.
Ho visto prodotti interessanti e di grandissima qualità. Cosmoprof 2016 mi lascia davvero un bel ricordo, di una grandissima opportunità di entrare in contatto con aziende e prodotti notevoli.

Ci vediamo nel 2017 quando Cosmoprof compirà ben 50 anni… E sarà grande festa!

 

cosmoprof 2017

Related Posts
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: