Nail Mania

Chanel Le Vernis numero 593 Rose Moiré

Chanel-Rose-MoiréjpgPur non avendo ancora esplorato la collezione Superstition di Chanel, il mio breve viaggetto in Svizzera mi ha permesso di mettere le mani sui due smalti della microcollezione Rouge Allure Moiré, inizialmente prevista per fine settembre in Italia e invece anticipata di settimane.
Oltralpe la collezione è addirittura uscita a fine agosto, anticipando la Superstition, mentre da noi ha seguito di pochi giorni l’uscita della collezione principale e la trovate ora già in profumeria.

Pur essendo una capsule dedicata in primis ai rossetti, questa microcollezione contiene due smalti, Rose Moiré e Rouge Moiré, che entreranno in collezione permanente e che a mio parere sono tra gli smalti più classici e insieme meglio riusciti degli ultimi anni per Chanel.

Inizio a parlare di Rose Moiré, che proprio dal nome dello smalto, fa capire che non si tratta di un perlato ma piuttosto di un “marmorizzato”, con sfumature particolari e stesura perfetta che non riga. Decisamente scordatevi un rosa perlato d’antan, perché questo smalto è moderno, fresco, al passo con i tempi e lo vedo sulle mani di una donna sofisticata e certamente non su quelle di una signora poco attenta alla moda.

Poche blogger hanno sottolineato la somiglianza un po’ troppo spinta tra la collezione autunnale di Dior (nei due smalti Destin e Galaxie) e la proposta anticipata a tutta birra da Chanel. Che ci sia una connessione diretta? Può darsi. Ma è certo che le due case francesi propongano in ogni caso due toni “marmorizzati”, Dior spingendosi di più verso il violetto mentre Chanel restando nei territori del rosa e del ciclamino. Ma tant’è. E quindi c’è il sospetto naturale e fondato che Chanel abbia deciso di anticipare la collezione Moiré proprio per offrire alle sue affezionate due validi sostituti ai colori proposti da Dior.

Considerata l’ottima qualità degli smalti di Chanel, quanto meno per quanto riguarda la stesura e la durata del prodotto in ottime condizioni, non avrei dubbi a scegliere.
In ogni caso invito tutte a provare Rose Moiré, anche se non vi piacciono i perlati e gli smalti luminescenti.
Non trattandosi di un rosa semplice, lo smalto si modifica e, all’ombra, mi sembra quasi di ricordare una versione interessante di Frenzy con una vena marmorea.
Alla luce naturale invece lo smalto diventa smaccatamente rosa pallido, con luminescenze argentee e molto compatte, assumendo perciò un carattere cangiante e per nulla noioso.

Sarà sicuramente un colore che apparirà spesso sulle mie unghie per tutta la stagione fredda e del quale non mi stancherò. Ottimo compromesso tra un look sobrio e classico e un tocco di creatività e unicità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: