Viso

#Lancôme #Dreamtone: tutti i pro e i contro di un trattamento “lusso”

Dreamtone_LancomeMi butto subito in una recensione del tanto chiacchierato Dreamtone di Lancôme, dopo avero utilizzato per meno di dieci giorni (questo mi permetteva di fare il mio campioncino…). Mi sembra però che bastino e avanzino per tirare le somme di un prodotto del quale tutte stanno parlando e sul quale – immagino – il brand punti davvero tantissimo.

Vediamo subito quel che ho capito di questo prodotto in questi giorni di utilizzo. Premetto che il mio viso non presenta problemi di macchie vistose o scure. Sto sviluppando con l’età qualche piccola discromia non eccessiva e il mio punto dolente è la zona del naso, spesso un po’ arrossata. Ho utilizzato perciò – considerata la mia carnagione chiara – la tinta numero 1 dei tre trattamenti proposti da Dreamtone, quello più chiaro e dedicato proprio ai problemi di rossore.

Perché acquistare Dreamtone
Partiamo dalle cose positive. E’ innanzitutto un fluido davvero molto piacevole da utilizzare. Lancôme lo presenta con la definizione di “correttore di pigmentazione”. Vuol dire che non si tratta propriamente di una crema idratante, non è un fluido, non è neppure una crema colorata o un appartenente alle famiglie BB o CC che si voglia. Si tratta di un prodotto completamente nuovo a livello di concezione.
Si consiglia di utilizzarlo insieme a un fluido idratante, mattina e sera, su tutto il viso oppure solamente nelle aree del viso con macchie o problemi di pigmentazione.

Personalmente credo che, se si ha una pelle mista o grassa, questo prodotto sostituisca in pieno crema idratante, fluido e correttore in un’unica applicazione. Non colora, nonostante sia colorato. Il tono 1 ha un colore leggermente aranciato con una punta di perlato. E’ un po’ più denso di un fluido ma meno denso di una crema idratante. Si applicano poche gocce di prodotto e la pelle sembra subito ben idratata.
La luminosità a mio parere è immediata, un po’ come applicare un primer che però funziona e fa davvero il suo lavoro. Non amo molto il fondotinta, lo uso solamente quando la temperatura si abbassa davvero e perciò questo prodotto mi piace moltissimo perché mi permette di avere una pelle uniforme senza però coprire minimamente il mio incarnato, senza dovermi preoccupare del trucco che tiene o che va ritoccato.

Dopo neppure una settimana, la pelle mi sembra chiaramente molto più luminosa, i rossori attorno al naso mi sembrano leggermente attenuati e certamente toccando l’area degli zigomi mi sembra chiaro che la pelle sia molto più levigata.
Ma non avverto la pesantezza di una crema colorata o la troppa idratazione di una BB Cream per intenderci. Niente lucidità, niente eccessi di sebo, niente zone in cui il prodotto non viene assorbito bene. Insomma, ottimi risultati non c’è che dire.

Perché non acquistare Dreamtone
Innanzitutto una deve poterselo permettere! Dreamtone ha un prezzo di 104 euro per 40ml di prodotto. Francamente molto molto alto per le comuni mortali. Spero davvero che Lancôme possa riflettere sulla possibiltà di realizzare quanto meno dei formati più piccoli o che per quella cifra offra una bottiglia più grande!

Detto questo, anche se potete permettervelo e la vostra carta di credito striscia un giorno sì e l’altro pure, credo che tolga una parte di divertimento nell’usare più prodotti. Si consiglia l’utilizzo insieme a un fluido ma, per esempio, per la mia pelle probabilmente Dreamtone è più che sufficiente a garantire idratazione per tutta la giornata e quindi abolirei ogni altro trattamento nel mio beauty… Che peccato!
Inoltre, ho qualche dubbio sul ritorno di un colorito non ottimale non appena si smette di utilizzarlo. E chiaramente sarebbe un peccato dover restare fedeli sempre alla stessa crema, no?

Per finire, faccio fatica a consigliarlo a chi ha una pelle molto molto secca perché andrebbe abbinato a un trattamento molto idratante, con il rischio di vanificare l’effetto cosmetico del prodotto. Insomma, ci sono pro e contro per questo prodotto.
Diciamo che, per quanto mi riguarda, la barriera peggiore è il prezzo. Davvero molto molto alto. Se fosse quanto meno un 15% o un 20% più basso, potrei considerare l’acquisto magari usufruendo di uno sconto fedeltà di Sephora per esempio. Ecco, potrei considerarne l’acquisto con un prezzo attorno ai 55-65 euro. Di più no. Mi sembra davvero esagerato…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: