4 you e non solo Corpo Make up Nail Mania Viso

#Cosmoprof2015 secondo me: breve recensione di quello che mi è piaciuto

cosmoprof_2015Anche quest’anno ho scelto di trascorrere una giornata a Cosmoprof, la fiera del settore dell’estetica più importante d’Italia e ormai tra le più importanti del mondo (con le sue edizioni di Hong Kong e Las Vegas).

Organizzata come sempre da SoGeCos a Fiera Bologna in collaborazione con Cosmetica Italia e tenutasi dal 20 al 23 marzo 2015, ha raggiunto la sua 48esima edizione. Ha visto, nonostante le difficoltà economiche del momento, un segno positivo in quanto a partecipazioni in ogni suo macrocomparto, dai capelli, all’estetica, passando per unghie e profumi.

Oltre 27 collettive nazionali vi hanno preso parte con la partecipazione di alcuni Paesi al loro esordio: Emirati Arabi, Thailandia e Olanda.

Io ho deciso di passarci una giornata speciale, poiché lunedì 23 marzo era anche il mio compleanno. Quindi un Cosmoprof decisamente a tutta festa, potrei dire!
Va detto subito che la mia attenzione, al mio quarto anno di partecipazione in veste di blogger, è stata canalizzata verso una scelta attenta di marchi e stand da visitare.
Inutile, in un’unica giornata, pensare di farcela a vedere davvero tutto. Si tratta infatti di una fiera così grande, così complessa e che merita talmente tanta attenzione da non poter davvero visitare tutti gli stand, soffermandosi a dare un’occhiata ai prodotti e magari a parlare con i rappresentanti del marchio per saperne di più sulle loro novità e sulla loro filosofia.

Diciamocelo francamente: non mi aspetto che Cosmoprof mi dia ogni anno novità incredibili nel settore, ma mi aspetto che mi faccia conoscere marchi particolari, interessanti e che mi dia conferme per quei marchi che seguo ormai da qualche anno con interesse e attenzione.

Quindi la mia visita direi “selezionata” è partita dall’area più “selezionata” in assoluto di Cosmoprof e cioè dalla Extraordinary Gallery.
Si tratta di una selezione di marchi di tendenza nel mondo del lusso della cosmesi, professionale e consumer. Marchi provenienti da ogni parte del mondo ma con un’attenzione particolare all’ecosostenibilità, alla scelta di materie prime, all’efficacia dei prodotti e, non ultimo, alla loro bellezza esteriore e quindi al packaging.

Come ogni anno, la Extraordinary Gallery mi dà modo di incontrare marchi che rappresentano in qualche modo la filosofia di Bellezza4you.com: cosmesi di alta gamma per sentirsi bene, fuori e dentro.

Si parte quindi da Human+Kind, che ho già avuto modo di recensire qui. Un marchio irlandese che fa della bellezza del packaging e del risparmio ecosostenibile una missione. Prodotti multifunzionali ottimi per chi va sempre di fretta, con un occhio di riguardo alla bellezza esteriore del pack e alle texture morbide e golose.
Si continua con BeautyLab, marchio britannico stavolta che invece schizza in alto per “glamour”. Adorato dalle vip hollywoodiane e decisamente di altissima gamma, occupa sempre posti di rilievo nelle riviste femminili di mezzo mondo. Ne parlerò nel dettaglio molto presto. Così come farò di tutte queste marche nominate.
Passiamo poi per Arangara, la realtà calabrese bio ispirata agli aranceti tutti italiani. La loro novità, quest’anno, è una crema per le mani dall’inedito effetto riscaldante. Ideale per i mesi freddi o per chi ha sempre le mani fredde per qualche piccolo problema circolatorio. La crema è davvero emolliente e lascia effettivamente un gradevole effetto tiepido.

Mi imbatto poi nuovamente in May Coop. Si tratta di un grandissimo marchio koreano, che ho amato molto l’anno scorso e che realizza prodotti a base di siero d’acero. Non perdo tempo e subito acquisto una crema viso giorno che sicuramente amerò moltissimo! Peccato davvero che molti di questi brand non siano reperibili in Italia, ma sono certa che tutti costituiscono idee e ispirazioni per il futuro della cosmesi di lusso per tutte noi.

Lo stesso discorso vale per Ayres. Un brand che non conoscevo e che mi è piaciuto davvero moltissimo. Marchio americano ma lanciato da un imprenditore di origini argentine, richiama l’ispirazione latina di ogni cosa. I prodotti hanno profumazioni davvero inedite: dalla linea Patagonia con olio di gelsomino e rosmarino, alla linea Midnight Tango con un profumatissimo fiore d’arancio che spicca e resta sulla pelle magnificamente. Anche qui… Gran peccato non poter trovare questi prodotti in Italia.

Esco dalla Extraordinary Gallery con meravigliosi profumi in testa e occhi pieni di vivaci colori e bellissime confezioni. Mi soffermo quindi da un paio di brand che amo.
Prima di tutto Bioline JaTò che quest’anno porta a Cosmoprof la novità di un’immagine grafica rivista ma non distante dalla sua tradizione. Resta il blu tradizionale legato al marchio ma si unisce a un pattern che richiama la natura come in un quadro di Rousseau. Forti del primato all’estero e dell’affermazione che da anni lega Bioline ai centri estetici di mezzo mondo (leader mondiale nei Paesi scandinavi, un vero grande orgoglio per il Made in Italy che purtroppo troppo spesso si dimentica), Bioline ripropone i cavalli di battaglia: dalla linea di detersione viso rivista, ai trattamenti viso PrimaLuce e Desense, amatissimi.
Ne parleremo prestissimo…

Si passa poi da [comfort zone], altra realtà italiana in grandissima crescita (con Davines Spa). Da Parma nel mondo si potrebbe dire. [comfort zone] continua a stupire con uno stand superbo, pieno di verde e prodotti sempre più attraenti esteriormente e attivi a livello di qualità. Anche qui, ne parleremo presto e in particolare in occasione della prossima Body Week che a metà aprile vedrà il lancio della nuova linea Body Strategist pensata per la lotta alla cellulite e che sarà in promozione in tutti i centri [comfort zone].

E come resistere a un breve giro anche da Davines? Come voi amiche di questo blog sapete, la mia attenzione ai capelli non è massima. Però non si può resistere a un giretto in questo stand stupendo. Gli esperti chimici di Davines peraltro fornivano anche una consulenza gratuita e regalavano a tutte un piccolo shampoo personalizzato, con un’essenza tra le tante utilizzate per i loro prodotti.
Anche qui grande tradizione rispetto alla scelta della materia prima, grande attenzione alle formulazioni e, al contempo, grandissima attenzione all’aspetto sensoriale che ci piace tanto: bottiglie stupende, scelta di colori coinvolgente, profumi paradisiaci. Come chiedere di più?

Anche quest’anno Cosmoprof mi ha soddisfatta, dandomi quello che cercavo: emozioni. Emozioni fatte di profumi, texture, ispirazioni legate alle composizioni dei prodotti e in particolar modo con un’attenzione dedicata a quello che si può definire “cosmetica di lusso”.
Lo dico forte e chiaro: ero stufa di girare tra stand di smalti di quint’ordine e prodotti da supermercato. Sarò snob ma sono proprio felice di aver vissuto un’edizione di Cosmoprof dedicata alla grandissima qualità.

]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: