Viso

CLINIQUE Pep-Start™ HydroBlur Idratante viso RECENSIONE

Si rivolge alla “Generazione Instagram” la nuova linea Pep-Start™ di CLINIQUE. Ho provato Hydrablur, l’idratante viso con effetto opacizzante e vi racconto cosa ne penso.

Clinique Pep Start Hydroblur

 

La linea CLINIQUE Pep-Start™ è partita un annetto fa con il primo prodotto lanciato, ovvero il contorno occhi con l’applicatore “a pallina”. Ottimo prodotto ma con un applicatore che ho criticato un pochino.
Da qualche mese sono arrivati nuovi prodotti ovvero un detergente scrub viso e due creme viso.

Ho deciso di provare quindi CLINIQUE Pep-Start™ Hydroblur perché cercavo un idratante viso che avesse anche qualche leggera capacità opacizzante.
Ho però posticipato l’utilizzo di questa crema viso in occasione dell’arrivo della primavera e, con qualche anticipo, la sto utilizzando da una decina di giorni.

La caratteristica fondamentale di questa linea Clinique è quella di rivolgersi a un pubblico giovane. Packaging ultra glossy e coloratissimo, prodotti semplici e ideali per pelli senza grosse problematiche. Prezzi accettabili 

Pur non avendo più 22 anni, ho pensato comunque di investire 25 euro per capire come questa crema avrebbe bilanciato la capacità idratante a quella opacizzante.
Hydroblur infatti è un prodotto “ibrido”. In parte è di fatto una crema, ma per effetti assomiglia di più a un primer e a una base trucco.
Uno di quei prodotti che vanno molto di moda oggi e che permette a CLINIQUE di entrare in quel “segmento di mercato” di giovanissime che amano i social.
Tant’è che promette che possa essere “il nuovo filtro preferito”, facendo ovviamente riferimento ai filtri fotografici di Instagram e dei social in genere.

 

Clinique Pep Start Hydroblur

 

La mia Esperienza con CLINIQUE Pep-Start™ Hydroblur

Dopo qualche giorno di utilizzo, mi pare di capire che l’effetto idratante per fortuna di sia. Il prodotto assomiglia per consistenza di più a un primer. Si percepisce subito sotto i polpastrelli la texture tipica, ricca di glicerina e un po’ “siliconica”.
Però quando viene scaldato tra le dita, si sente subito la freschezza di un idratante semplice.

Non mi aspettavo ovviamente una crema curativa. Sono però piuttosto soddisfatta in termini di idratazione e opacità.
La pelle appare subito più fresca e perfetta. Il risultato è quindi positivo.
Però a 40 anni sento la necessità di una crema più complessa e attiva. Quindi non penso che ricomprerò questo prodotto, che invece consiglierei dai 20 ai 30 anni senza problemi.

In ogni caso direi ottima soluzione per chi ha poco tempo e vuole idratare e insieme opacizzare.
Consiglierei a CLINIQUE di proporre lo stesso prodotto anche in tubo, perché secondo me è una buona crema da portarsi in viaggio o da applicare anche per piccoli ritocchi durante il giorno. Speriamo mi ascoltino!

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: