Viso

Youth to the People. La mia onesta recensione

Andiamo dritte al punto. Mi è piaciuto il test onesto e a mie spese fatto per il marchio Youth to the People, sulla bocca di tante influencer? Scopriamo cosa ne penso!

Youth to the People è un marchio americano che negli ultimi mesi ha preso quota anche in Italia, grazie alla sua distribuzione in esclusiva da Sephora e grazie al fatto che molti beauty influencer hanno iniziato a parlarne con insistenza.

Chi sono io quindi per dubitarne? Ovvio che ho dovuto toccare con mano e procurarmi subito tre prodotti di casa Youth to the People, a partire dai tre più chiacchierati. La mia scelta è quindi caduta sul tonico agli acidi, sulla maschera viso notte e sul detergente viso.

Il detergente viso Youth to the People ai Superfood

Prima cosa da dire: Youth to the People è diventato un marchio così apprezzato perché ha sposato la filosofia “clean Beauty” e quindi attenzione massima agli ingredienti di origine vegetale, certificazioni vegan e limite massimo all’utilizzo di materiale per il packaging, incluso il fatto che le bottiglie vengano realizzate in vetro riutilizzabile e riciclabile.

Primo prodotto testato e in taglia full, questo detergente ai Superfood, ingredienti vegetali dalle proprietà benefiche per la pelle.

In questo caso si tratta di cavolo, spinaci e tè verde: una scelta che fa di questo detergente un prodotto ideale per pelli da normali a miste, con effetti antiossidanti perfetti per pelli stressate o per combattere primi segni d’età.

Il detergente Youth to the People ai Superfood è un prodotto leggero, piacevole, di fatto poco profumato, che fa poca schiuma. Ottimi risultati sulla pelle e capacità di pulizia davvero soddisfacente, pur restando un prodotto super delicato. Non c’è nulla che non vada e mi è piaciuto da matti. Se non fosse che 30 euro per un detergente tutto sommato nella media mi sembrano un po’ troppi.

Maschera Notte Youth to the People

Secondo prodotto Youth to the People alla prova, questa maschera Superberry Hydrate + Glow Dream Mask che prometteva un gran bene.

Con squalane, vitamina C e acido ialuronico era la maschera notte più promettente della storia! Mi aspettavo decisamente un effetto wow la mattina dopo l’utilizzo.

Non posso dire di esserne rimasta completamente delusa, ma la consistenza del prodotto mi lascia perplessa. Si tratta di una crema intensa giallina, ma dall’effetto un pochino scivoloso, come fosse burro. Non fastidiosa, ma neppure così piacevole. Forse per la mia pelle sembra un po’ troppo “pasticciata”. L’effetto la mattina è certamente di pelle idratata e nutrita ma neppure da miracolo, soprattutto se paragonata ad altri prodotti per la mia routine notte. Non la boccio ma in tutta onestà non sento neanche la necessità di ricomprarla.

Tonico al Kombucha e alfaidrossiacido di Youth to the People

Ultimo prodotto e questo, lo dico serenamente, grande delusione. Chi mi legge, lo sa che amo il tonico che è diventato una fissazione per me ormai. Mi aspettavo quindi grandi cose da questo prodotto…

Purtroppo invece, nonostante le ottime premesse date sia dal Kombucha sia dall’acido AHA, questo prodotto mi risulta troppo troppo ingestibile. Sulla mia pelle reagisce creando una patina appiccicosa davvero ingestibile, che dura tanto e neppure mi permette di dormire visto che mi sembra di avere la faccia coperta da plastica sciolta.

Probabilmente un prodotto con attivi ottimi e che potrebbe dare grandi risultati ma questo sgradevole effetto mi ha obbligata a buttarlo. Per fortuna era solo una piccola travel size, ma ammetto che era tanto che non mi capitava con un prodotto. Gran peccato.

In definitiva quindi un marchio a mio parere un pochino troppo sovrastimato, ma che tutto sommato gode di ottime recensioni. A parità di prezzo, ho provato di meglio, lo ammetto.